Pasta di sale: le risposte migliori alle domande frequenti

con una ago si prova a bucare il retro della pasta di sale per verificarne l'essiccazione

Sei qui Home » Hobby Creativi » Paste modellabili » Pasta di sale: le risposte migliori alle domande frequenti

Questa è una guida con la risposta alle domande più frequenti sulla pasta di sale. In questo post potrai chiarire tutti i tuoi dubbi che riguardano:

  • gli ingredienti della pasta di sale,
  • la cottura/essiccazione,
  • la conservazione dell’impasto
  • molto altro.

Se sei curiosa di sapere tutto ma proprio tutto sulla pasta di sale amerai questa guida. Iniziamo!

Pasta di sale: domande e risposte

Pasta di sale: per chi e da che età?

La pasta di sale è un gioco adatto a bambini di tutte le età. Infatti è composta da farina, sale e acqua, quindi è atossica. Per questo motivo questa pasta modellabile è adatta anche a bambini molto piccoli. Si può usare per tanti lavoretti all’asilo nido, alla scuola materna e alle elementari.

A cosa serve la pasta di sale?

Secondo il Metodo Montessori la pasta di sale è un gioco manuale utile per lo sviluppo sensoriale dei bambini.
Infatti permette di:
sviluppare gusto e olfatto grazie all’impasto composto da elementi naturali;
• imparare la relazione tra le istruzioni da seguire e il risultato finale;
• allenare la motricità del bambino;
• sviluppare la creatività;
• migliorare la coordinazione fra le mani e gli occhi.

La pasta di sale dove si compra e quanto costa?

La pasta di sale non esiste già pronta perché secca molto facilmente. Però puoi comprare gli ingredienti (farina e sale) in qualsiasi supermercato o negozio di alimentari. È un passatempo davvero economico: 1 chilo di sale e 1 chilo di farina costano meno di un euro. In alternativa esistono kit con la miscela di farina e sale già pronta, ma sono abbastanza costosi. Miscela di farina e sale a cui si aggiunge lentamente l'acqua per fare l'impasto della pasta di sale

Quale farina bisogna usare per la pasta di sale?

Nella ricetta migliore della pasta di sale ti consiglio di usare la farina 0. Infatti con questo tipo di farina si formano meno imperfezioni nei lavori finiti. In alternativa puoi usare anche la farina 00.

A cosa serve il sale?

Il sale serve per rendere più resistente l’impasto e di conseguenza gli oggetti finiti.

Perché è meglio polverizzare il sale?

Perché il sale macinato a velo assorbe meno umidità, quindi gli oggetti finiti saranno più resistenti.
Presa di sale fino appena macinato per la ricetta della pasta di sale perfetta

Quanto tempo devo lavorare l’impasto?

L’impasto va lavorato a lungo: almeno 20 minuti. Così si ottiene la consistenza ottimale della pasta di sale. Inoltre la resa finale dei pezzi sarà migliore.

Quanto deve riposare la pasta di sale?

Aspetta almeno un’ora prima di usare la pasta di sale appena impastata. Lascia riposare l’impasto fuori dal frigorifero avvolgendolo nella pellicola da cucina.

Come si capisce quando è pronto l’impasto della pasta di sale?

L’impasto della pasta di sale è pronto quando è sodo, liscio, omogeneo e non appiccicoso. Fai la prova del nove: è pronto se riesci a formare una pallina senza crepe.Pallina di pasta di sale senza crepe: l'impasto è pronto

Perché la pasta di sale è appiccicosa?

Se la pasta di sale è appiccicosa hai messo troppa acqua nell’impasto. Continua a impastare aggiungendo poco per volta una miscela di farina e sale.

Perché l’impasto è duro?

Se l’impasto è troppo duro da lavorare significa che hai messo poca acqua. Inumidisci le mani e continua a impastare, ripetendo fino a ottenere la giusta consistenza. Se la pasta di sale si è seccata invece non l’hai conservata bene. Ricordati di avvolgere in pellicola da cucina l’impasto che non stai usando. Inoltre dura di più se lo metti in un sacchetto per alimenti e lo chiudi con un legaccio.

Come ottenere della pasta di sale liscia?

Per avere un impasto liscio usa farina 0 e sale fino macinato. Con sale non macinato oppure altri tipi di farina (es. integrale, segale, ecc.) la pasta rimane più rustica e grossolana.

Come e dove conservare la pasta di sale per non farla seccare?
Va conservata in frigorifero?

La pasta di sale pronta va conservata avvolta nella pellicola da cucina e chiusa in un sacchetto. Tienila a temperatura ambiente: in frigorifero tende a indurire. Inoltre ricorda che è meglio se prepari la quantità di impasto che ti serve da usare in breve tempo. Mani che avvolgono l'impasto della pasta di sale nella pellicola per farlo riposare

Quanto dura la pasta di sale?

L’impasto pronto della pasta di sale dura da 3-4 giorni a una settimana.

Come si fa a far asciugare la pasta di sale?

La pasta di sale può asciugare all’aria o in forno.

Quali sono i tempi di asciugatura all’aria della pasta di sale?

Per gli oggetti di pasta di sale occorrono in media 24 ore ogni mm di spessore.

Quanto e come cuocere la pasta di sale in forno?

Il tempo di cottura delle creazioni in forno varia a seconda dello spessore dell’oggetto che devi cuocere. Ogni 2-3 ore giralo sottosopra facendo attenzione a non romperlo.

Come posso capire se la pasta di sale è asciutta?

Per capire se la pasta di sale è asciutta fai la prova con uno stecchino o un’ago. Se la punta non affonda la pasta è essiccata. In caso contrario prosegui la cottura o l’essiccazione all’aria.Con uno stecchino si prova a forare il retro della scultura di pasta di sale

Perché la pasta di sale si crepa?

Uno dei motivi per cui la pasta di sale si crepa è che con l’essiccazione l’acqua evapora. Pertanto le sculture di pasta di sale diminuiscono leggermente di volume e questo potrebbe causare bolle o crepe. Inoltre se le creazioni vengono avvolte attorno a dei supporti il restringimento potrebbe far crepare la pasta.

Come evitare le crepe?

Il primo accorgimento riguarda la fase di impasto. Infatti l’acqua va incorporata molto lentamente alla miscela farina-sale. Così si riducono di molto le possibilità che si formino crepe durante l’asciugatura.
Il secondo accorgimento è quello di essiccare le creazioni in forno a una temperatura massima di 50-60°. Se le creazioni sono molto grandi, dopo una prima fase di asciugatura di almeno 3-4 ore puoi alzare la temperatura del forno fino a 75° senza rischiare che si formino crepe o bolle.
Il terzo accorgimento va seguito prima di infornare i lavori: fai dei piccolissimi fori con un ago sul retro di ognuno.

Come rendere gli oggetti in pasta di sale più resistenti all’umidità?

Usare una quantità maggiore di sale rispetto alla farina aiuta ad avere oggetti finali più resistenti. Per renderli ancora più resistenti all’umidità  puoi aggiungere all’impasto colla da tappezzieri o colla vinilica (2 cucchiai per 500 g di impasto).

Come conservare gli oggetti in pasta di sale?

È meglio conservare gli oggetti di pasta di sale in luoghi freschi e asciutti. Pertanto è meglio evitare di tenere le creazioni in stanze molto umide come la cucina o il bagno.

Come si può colorare la pasta di sale? Si colora prima o dopo la cottura?

La pasta di sale si può colorare in diversi modi.
Per colorare l’impasto “crudo” puoi usare tempere, colori acrilici, coloranti alimentari in gel o spezie.
Per colorare le creazioni asciutte puoi usare colori acrilici, tempere o acquerelli.palline di pasta di sale di 7 colori. Da sinistra: rosso, arancione, giallo, verde, azzurro, lilla, rosa. In basso al centro: una palla più grossa al naturale (bianca)

Come colorare la pasta di sale in modo naturale?

Per colorare la pasta di sale in modo naturale puoi aggiungere le spezie all’impasto. Ad esempio puoi usare cacao, cannella, curry, curcuma, zafferano, ecc.

Come cuocere la pasta di sale nel microonde?

In rete si trovano le indicazioni per:
• cuocere la pasta di sale in microonde alla massima potenza per 2-3 minuti;
• cuocere le creazioni in microonde 10 secondi per volta alla massima potenza.
Io non ho mai provato quindi non so darti un consiglio preciso.
Però credo che la cottura migliore per la pasta di sale sia quella in forno perché più graduale e controllabile. Infatti temo che l’essiccazione repentina che si ha nel forno a microonde possa rendere gli oggetti più fragili.

Cosa posso usare come lucido per la pasta di sale?

Per avere creazioni in pasta di sale lucide puoi usare le vernici di finitura lucide anziché quelle opache.

Come incollare i pezzi di pasta di sale?

Puoi incollare i pezzi prima dell’essiccazione. In questo caso basta bagnarli con un pennellino intriso con un po’ di acqua e unirli.
Per incollare la pasta di sale essiccata invece puoi usare la colla a caldo o la colla tipo attak.

Manca la tua domanda? Scrivila nei commenti!


Pubblicato da Letizia

Io sono Letizia, una YouTuber creativa, energica e positiva! Sul mio canale "Vivi con Letizia" pubblico tutorial sui maggiori hobby creativi ma puoi trovare video anche su riciclo creativo, decorazione e organizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pare che sia attivo un AdBlocker: disabilitalo per usufruire dei contenuti!