Decorare le uova. 50 progetti creativi – recensione

libro "decorare le uova" steso su un tavolo con intorno dei confetti colorati

Decorare le uova. 50 progetti creativi per adulti e bambini

Trischuk Katya
Le uova non sono solo un alimento delizioso. Con un po’ di immaginazione, si possono trasformare in bellissimi oggetti decorativi. Un hobby moderno e accessibile e un’attività per tutte le età, perfetta per passare il tempo insieme.
Istruzioni chiare passo passo vi permetteranno di creare le vostre uova decorate. Tra i progetti troverete l’uovo ventaglio giapponese, l’uovo stella invernale, l’uovo zebrato e molti altri.

Introduzione

Le uova decorate non possono certo mancare sulla tavola di Pasqua. Infatti è una gioia per gli occhi vedere le uova in un bel centrotavola. Soprattutto se sono di tante fantasie e colori diversi. Il libro “Decorare le uova” fornisce tanti spunti interessanti di decorazione. Se non sai da dove iniziare e come decorare le tue uova di Pasqua questo libro ti può aiutare.

Recensione

All’inizio del libro c’è l’introduzione dell’autrice. Katya Trischuk si presenta e racconta da dove nasce la sua passione per le uova decorate. Spiega che “la decorazione delle uova è un’attività molto tranquilla e rilassante” che richiede poco spazio. Inoltre l’ispirazione si può trovare ovunque: anche nei colori e nelle forme di fiori e foglie.

Subito dopo la Trischuk fa una panoramica di strumenti e materiali che servono per decorare le uova. Fra di essi ci sono coloranti alimentari, spilli, candele. Ma anche colori per batik e tjanting, cioè lo strumento tradizionale che si usa per realizzare proprio quel tipo di decorazione.

Capitolo 1: progetti

Nel primo capitolo l’autrice spiega passo passo 50 progetti per decorare le uova.
La spiegazione di ogni lavoro occupa due pagine. Nella pagina di sinistra c’è la foto con il progetto finito. Sopra a ognuna l’autrice fa una breve introduzione con indicazioni su come usare le uova decorate con quella particolare tecnica. Oppure dà alternative su come ottenere un effetto simile con altri materiali o strumenti. Invece nella pagina di destra sono riportati i materiali necessari per decorare le uova e la procedura spiegata in 5 o 6 passaggi.

Fra le tecniche per realizzare le decorazioni più belle troviamo:
• color block (pag. 12),
• arte tradizionale Pysanky (pag. 18),
• uovo stella d’inverno (pag. 52),
• uovo a spina di pesce (pag. 100).

Capitolo 2: esporre le uova decorate • tecniche

Nel secondo breve capitolo troviamo le foto con 7 esempi di utilizzo delle uova decorate. Si possono usare per creare una ghirlanda pasquale, dei mini vasetti di fiori, ma anche un simpatico coniglietto di Pasqua.

Infine nelle ultime pagine l’autrice spiega le tecniche necessarie per:
• pulire le uova,
• tenere un uovo durante la decorazione,
• svuotare un uovo,
• usare un tjanting,
• riempire il foro prima della tintura,
• rimuovere il tappo di cera,
• tingere l’uovo,
• togliere la cera dall’uovo.

Conclusioni

In questo libro l’autrice dedica il capitolo iniziale alle tecniche per decorare le uova. Però si incontra subito la prima difficoltà. Infatti già dal primo progetto bisogna usare un uovo vuoto e bisogna tappare i buchini con la cera. Ma come si fa se non si è pratici?

Sinceramente non capisco il motivo di questa scelta editoriale. Di solito nei libri di hobby creativi la spiegazione delle tecniche base è all’inizio, dopo l’introduzione e la panoramica su strumenti e materiali. Questo permette a un principiante di avere subito un’idea più chiara sull’esecuzione dei progetti. Il fatto di essere al primo progetto e dover saltare alla fine del libro per capire i passaggi infastidisce.

I progetti non sono in ordine di difficoltà ma un po’ alla rinfusa. Inoltre quelli in cui si usano materiali facilmente reperibili (ad es. colori acrilici o pennarelli) sono solo 9 su 50. Negli altri, per decorare le uova bisogna usare sempre tjanting e cera d’api. Secondo me queste decorazioni sono più adatte alle persone con una spiccata manualità o che sono già esperte nel batik.

Io non ho mai provato la tecnica batik, neanche sui tessuti. Però credo che per un principiante sia un po’ difficile scaldare la cera nel modo giusto e riuscire a fare dei ghirigori decenti da subito. Inoltre bisogna munirsi di diverse misure di tjanting (che costano più di 10 euro l’uno) e di cera d’api (il cui prezzo è superiore a 10 euro per 200 g). Non è poco, soprattutto se decoreremo le uova solo per Pasqua.

Rimane il fatto che le decorazioni sono molto belle. Quindi si può pensare di comprare il libro per prendere spunto dai progetti e riprodurli con strumenti come pennarelli, colori acrilici o tempere. Oppure con coloranti alimentari se preferiamo colorare le uova sode da mangiare.

Voto

3/5

Video

Citazioni

Le mode vanno e vengono, i motivi evolvono, i colori migliorano – ma la vecchia arte delle uova dipinte rimane sempre la stessa. (K. Trischuk)


Pubblicato da Letizia

Io sono Letizia, una YouTuber creativa, energica e positiva! Sul mio canale "Vivi con Letizia" pubblico tutorial sui maggiori hobby creativi ma puoi trovare video anche su riciclo creativo, decorazione e organizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pare che sia attivo un AdBlocker: disabilitalo per usufruire dei contenuti!